martedì, 02 aprile 2024 | 13:16

Assegno di inclusione: tempistiche primo incontro con i servizi sociali

In fase di prima applicazione e in deroga alla normativa di riferimento, per le domande dell'Assegno di Inclusione pervenute all’INPS dal 18 dicembre 2023 al 29 febbraio 2024, il termine di 120 giorni relativo al primo incontro con il nucleo familiare decorre dal momento della trasmissione dei dati da parte di INPS al Comune (MLPS - nota 28 marzo 2024 n. 6062)

Newsletter Inquery

Assegno di inclusione: tempistiche primo incontro con i servizi sociali

In fase di prima applicazione e in deroga alla normativa di riferimento, per le domande dell'Assegno di Inclusione pervenute all’INPS dal 18 dicembre 2023 al 29 febbraio 2024, il termine di 120 giorni relativo al primo incontro con il nucleo familiare decorre dal momento della trasmissione dei dati da parte di INPS al Comune (MLPS - nota 28 marzo 2024 n. 6062)

Seguici su:

I beneficiari dell’Assegno di Inclusione sono tenuti a presentarsi presso i servizi sociali entro 120 giorni dalla sottoscrizione del Patto di attivazione digitale (PAD), previa convocazione ovvero spontaneamente per non incorrere nelle sanzioni.

In caso di mancata presentazione del nucleo alla convocazione da parte dei servizi sociali si applica la decadenza.

In assenza di convocazione, decorsi 120 giorni senza che il nucleo si sia presentato spontaneamente, si applica la sospensione, fino alla data di svolgimento dell’incontro.

Considerato l'ingente numero di richieste effettuate nei primi 2 mesi dall’avvio della procedura, in fase di prima applicazione e in deroga alla disciplina attuativa, solo per le domande presentate dal 18 dicembre 2023 al 29 febbraio 2024, il termine dei 120 giorni per il primo incontro con i beneficiari da parte dei Comuni per la valutazione multidimensionale preliminare del nucleo famialire decorre dall’invio del flusso delle domande ADI sulla Piattaforma GePI, e non dalla sottoscrizione del PAD.

Per il primo flusso di domande trasmesse, il termine dei 120 giorni si calcola a partire dal 26 di gennaio 2024, data di trasmissione a GePI.

Tale deroga è disposta allo scopo di calendarizzare i primi incontri con i nuclei ai fini della realizzazione dell’analisi preliminare, senza che il nucleo incorra nella sospensione del beneficio economico.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, in accordo con l’INPS, sta procedendo all’allineamento automatico delle piattaforme informatiche per spostare i termini della sospensione del beneficio a 120 giorni dalla trasmissione delle domande ai Comuni, limitatamente alle domande presentate dal 18 dicembre 2023 al 29 febbraio 2024.

Resta fermo che per le domande presentate a partire dal 1° marzo 2024, il termine dei 120 giorni per la convocazione e la conseguente presentazione al primo appuntamento decorre dal momento della sottoscrizione del PAD del nucleo.

di Ciro Banco

Fonte Normativa