lunedì, 08 luglio 2024 | 12:43

Decreto coesione: la conversione conferma il tax credit per gli investimenti nelle ZLS

La conversione in legge del DL coesione non cambia il contributo sotto forma di credito d’imposta in relazione agli investimenti nelle zone logistiche semplificate e prevede modifiche non sostanziali ai fini del beneficio (art. 13, DL 07 maggio 2024 n. 60 conv. in L 04 luglio 2024 n. 95)

Newsletter Inquery

Decreto coesione: la conversione conferma il tax credit per gli investimenti nelle ZLS

La conversione in legge del DL coesione non cambia il contributo sotto forma di credito d’imposta in relazione agli investimenti nelle zone logistiche semplificate e prevede modifiche non sostanziali ai fini del beneficio (art. 13, DL 07 maggio 2024 n. 60 conv. in L 04 luglio 2024 n. 95)

Seguici:


Ai sensi dell’art. 1, commi da 61 a 65-bis, della legge 27 dicembre 2017 n. 205 le zone logistiche semplificate sono istituite al fine di favorire la creazione di condizioni favorevoli allo sviluppo di nuovi investimenti nelle aree portuali delle regioni più sviluppate, così come individuate dalla normativa europea, ammissibili alle deroghe previste dall’articolo 107 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

L'art. 13-bis, del DL coesione, introdotto in sede di conversione, ha stabilito che le ZLS vengono istituite anche nelle aree in transizione non ricomprese nella Zona economica speciale per il Mezzogiorno (ZES unica.)

Per favorire lo sviluppo di tale aree, il decreto coesione ha previsto la concessione di un contributo, sotto forma di credito d’imposta, in relazione agli investimenti in beni strumentali di cui all'art. 16, co. 2, DL 19 settembre 2023 n. 124 conv. in L 13 novembre 2023 n. 162, realizzati a decorrere dalla data di entrata in vigore del DL coesione ( 08 maggio 2024) e fino al 15 novembre 2024.



Il contributo, sotto forma di credito d'imposta è concesso nel limite di spesa complessivo di 80 milioni di euro per l'anno 2024 .

Con decreto del Ministro per gli affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il PNRR, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sono definiti le modalità di accesso al beneficio nonché i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione del credito d'imposta e dei relativi controlli.

di Patrizio Petricelli

Fonte Normativa